investire sui mercati finanziari

Come investire sui mercati finanziari alla luce della nuova normativa sui broker

Considerato che il tema sta divenendo sempre più importante e rilevante per chi investe sui mercati finanziari con alcune delle migliori piattaforme Forex, cogliamo questa breve occasione per poter evidenziare come nel corso degli anni la normativa di riferimento per i broker sia gradualmente cambiata, in un senso tale da rendersi più vicina al concetto di tutela e di protezione degli interessi dei trader.

In tale tendenza alle modifiche normative, la CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission) non ha fatto certamente eccezione, pubblicando a più riprese del materiale utile per poter variare il modello di gestione economica dei broker per opzioni binarie. Ma quali sono le novità?

Nuove esigenze di tutela

In primo luogo, CySEC ha stabilito che i nuovi prodotti debbano soddisfare una serie di precise caratteristiche, e che tutti i clienti dei broker siano in grado di ricevere dai propri operatori delle informazioni adeguate sui contratti di negoziazione, in maniera tale che possano garantire il massimo livello di trasparenza. Ulteriormente, viene previsto che i broker operino con una politica equa per i clienti, ispirata alla ricerca di una maggiore trasparenza.

Di fatti, appare fin troppo evidente come i cambiamenti siano stati indotti dopo l’accumulo di un rilevante volume di lamentele dei clienti comunitari agli enti preposti al controllo, che hanno poi pressato l’ente cipriota a contenere le pratiche che pongono gli operatori in condizioni di svantaggio.

Tariffe

Un’altra modifica del recente regolamento della CySEC riguarda le piattaforme di trading di opzioni binarie e i rapporti con le tariffe. In particolar modo, viene richiesto di mantenere maggiore trasparenza nell’evidenza del divario tra l’offerta è la domanda, che sarà chiaramente visibile al cliente dinanzi al prezzo di esercizio dell’opzione binaria.

Ulteriormente, i broker di opzioni binarie dovranno rivelare pubblicamente la propria metodologia di calcolo del prezzo di esercizio dell’opzione. Alla scadenza del termine temporale dell’opzione binaria, il broker dovrà visualizzare un messaggio pop up chiaro e semplice, con il prezzo di esercizio, l’offerta, la domanda e l’ultimo prezzo (ove presente) per il cliente.

Il broker deve inoltre prevedere che il cliente che ritiene di aver sbagliato un prezzo di esecuzione sia in grado di annullare l’ordine entro tre secondi.

Si muove anche la Consob

Si noti, peraltro, come anche la Consob si stia muovendo in favore di una migliore sensibilizzazione degli interessi degli utenti del trading online, invitandoli a un utilizzo maggiormente responsabile degli investimenti su strumenti finanziari di ultima generazione, come le opzioni binarie e i CFD.

Complessivamente, dal quadro europeo delle autorità di regolamentazione dei mercati sta emergendo qualche sviluppo interessante per poter colmare qualche gap normativo e qualche differenza nel trattamento dei clienti professionali e non professionali. Per quanto ci riguarda, non possiamo che consigliarvi di adottare la massima cautela nell’avvicinamento allo sbarco sui mercati finanziari…

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *