Morto con eutanasia

Morto con eutanasia, sì per i funerali di Dj Fabo: oggi, venerdì 10 marzo

Morto con eutanasia: Fabiano, in arte dj Fabo, non voleva un funerale religioso ma la Chiesa apre le porte per l’ultimo saluto

I parenti ed amici di Fabiano Antoniani potranno dargli l’estremo, l’ultimo saluto. E lo potranno fare in un territorio che in genere è alquanto ostile a chi sceglie di morire con eutanasia, una scelta che è stata tuttavia pensata, a lungo riflettuta, da parte di dj Fabo, il quale non desiderava un funerale religioso, ma a cui è stato concesso il perdono della Chiesa.

La Curia ha detto sì alla possibilità di dire una preghiera per dj Fabo in un territorio che non è ostile alla scelta della sua morte: e così, sarà possibile, nella giornata di oggi, venerdì 10 marzo 2017, recarsi nella chiesa di Sant’Idelfonso, a Milano, la stessa Chiesa che ha visto spesso protagonista un Dj Fabo ragazzino insieme a tanti altri giovani milanesi. La vita per lui nonè stata poi così negativa: Fabiano ha potuto sempre scegliere cosa fare nella sua esistenza, anche dal punto di vista lavorativo, sociale, sentimentale, ed ha potuto decidere quando mettere fine a quella stessa vita che non poteva essere vissuta in altro modo se non in un letto, bloccato, cieco e tetraplegico, e con grosse difficoltà a parlare.

È morto più di una settimana fa in Svizzera, Fabiano, con l’aiuto di Marco Cappato. E adesso potrà essere salutato dai suoi amici e parenti, nel suo lungo viaggio verso un’esistenza libera dal dolore, dal male, dalla malattia.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *