Violenta esplosione Etna: ferite dieci persone, eruzione continua

Violenta esplosione Etna

Violenta esplosione Etna: dieci persone ferite, solo sei trasportate in ospedale. Non ci sono allarmismi ma l’eruzione continua

Sono abbastanza violente le esplosioni di uno dei crateri dell’Etna che, attualmente, è in attività e continua a fumare: nelle ultime ore, ben dieci persone sono rimaste colpite da una delle esplosioni provocata, probabilmente, dalla reazione tra il materiale lavico e incandescente con la neve ed il ghiaccio. Sono state trasportate in ospedale solo sei delle persone colpite dal vulcano, ma, almeno stando alle ultime informazioni, nessuno è in pericolo di vita, anche se le esplosioni fanno paura e ricordano quelle del 1979, quando il vulcano provocò la morte di una decina di persone.

I turisti rimasti feriti dall’esplosione freatomagmatica sono stati trasportati nelle strutture ospedaliere di Catania e Acireale, e verranno tenuti sotto osservazione per via delle varie contusioni e dei traumi cranici che sono stati provocati dal vulcano in eruzione. Attualmente, sul posto si trovano le forze dell’ordine, in particolar modo polizia e corpo forestale, insieme ad alcune guide alpine che aiutano i volontari ad affrontare la situazione anche perché, all’altezza del cratere che sta mandando giù materiale lavico, è possibile arrivarci solo con l’aiuto di queste ultime.

Attualmente è tutto sotto controllo: nessuno si trova in gravi condizioni, ma l’eruzione continua.

 

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*