Tutto quello che devi vedere a Santo Domingo!

vedere a Santo Domingo

Santo Domingo è una delle nostre località preferite e, sicuramente, anche una delle mete più gettonate dagli amici di escort4you.xxx: d’altronde, c’è ben poco di cui stupirsi, considerato che questa meravigliosa destinazione ha tutto ciò che cerchi, tra bellezze locali, svago, relax, storia, cultura, sapori.

Detto ciò, abbiamo cercato di riassumere in poche righe tutto quello che non puoi assolutamente perdere nella tua prossima vacanza a Santo Domingo. Prova, per esempio, a iniziare con una bella visita all’Orto Botanico Nazionale, costruito per poter preservare le piante naturali di Santo Domingo, e oggi la migliore cornice del Paese in cui apprezzare il paesaggio e l’ambiente tropicale della Repubblica Dominicana.

A proposito di natura, perché non visitare il c.d. “Parco Nazionale dei 3 laghi” che, con i suoi splendidi stagni e i pipistrelli che vivono nelle sue grotte, è un luogo davvero meraviglioso da visitare in questa destinazione. È un luogo da non perdere se si visita la Repubblica Dominicana. Si tratta di un paesaggio naturale composto – appunto – da tre laghi, che si trovano all’interno di grotte calcaree. Durante la visita guidata si può altresì apprendere come si sono formati i laghi e in che modo si è evoluto questo straordinario luogo.

Passiamo dunque all’Alcazar de Colon, patrimonio mondiale dell’UNESCO della Repubblica Dominicana. Si tratta del più antico edificio viceregale in America, che oggi contiene esposizioni di opere d’arte medievale e rinascimentale, e molte altre collezioni storiche.

A proposito di edifici di importanza storica, bene anche una visita al Museo delle Case Reali, un luogo perfetto per conoscere meglio la storia della Repubblica Dominicana, oltre che un fulgido esempio dell’architettura coloniale spagnola a Santo Domingo. Tra gli edifici, il primo contiene gli uffici del governo e della Corte Reale. Il secondo edificio è stato invece utilizzato per i funzionari governativi. Troverai qui anche molti artefatti e armi antiche.

Appena fuori dall’Alcazar de Colon si trova poi la Plaza de España, un grande spazio pubblico all’aperto. Qui si possono trovare diversi ristoranti e pittoresche case antiche, ed è altresì possibile immergersi nella vita cittadina di notte, con la piazza che – di fatti – merita una visita anche quando il sole è calato. A proposito di piazze, obbligata è una tappa al Parque Colón, situata nel centro del quartiere coloniale di Santo Domingo. Risalente al periodo coloniale, a sud del parco si trova la Catedral Primada de América, e nei dintorni del parco si trovano il già citato Alcázar de Colón e la Calle Las Damas, con numerosi ristoranti e bar.

Concludiamo poi con un cenno al Pantheon Nazionale, prima una chiesa gesuita, oggi edificio ristrutturato nel 1956 da Javier Borroso, un noto architetto spagnolo, diventando un luogo di memoria e di eterno riposo di alcune celebrità della Repubblica Dominicana. Alcuni personaggi famosi sepolti al Pantheon includono Gregorio Luperón, che fu il leader della Repubblica Dominicana dopo l’annessione spagnola, ed Eugenio María de Hostos.

Infine, facciamo una tappa alla Catedral Primada de América, che con la sua fantastica architettura, è un luogo ideale da visitare per immergersi negli elementi storici della città. Più antica cattedrale delle Americhe, l’edificio è stato completato nel 1540. È anche patrimonio mondiale dell’UNESCO, essendo il primo vescovado cattolico nel Nuovo Mondo.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*